Amazon non apre librerie fisiche

Facciamo chiarezza su una delle notizie apparse nei giorni scorsi anche Italia relativa ad una possibile apertura di punti vendita fisici da parte di Amazon. La notizia non ha trovato conferme, ma nemmeno smentite ufficiali, il dato di fatto reale è che per ora Amazon non apre librerie fisiche nè in USA nè in qualsiasi altra parte del mondo, Italia compresa. L’unico punto vendita fisico Amazon Books si trova a Seattle ed è stato inaugurato nel novembre 2015.

Tutto è partito da un articolo del Wall Street Journal in cui si affermava che il grande colosso librario e di ecommerce sarebbe stato in procinto di aprire dalle 300 alle 400 librerie fisiche negli Stati Uniti. Naturalmente le voci di questo cambiamento epocale nel sistema di business di Amazon hanno fatto il giro del mondo in pochi istanti.

Cosa c’è di vero in tutta questa vicenda? Sicuramente il fatto che Sandeep Mathrani, amministratore delegato della società General Growth Properties che gestisce spazi commerciali in tutti gli Stati Uniti, abbia detto nel corso di una conferenza che Amazon avrebbe l’intenzione di aprire circa 400 librerie e che la stessa Mathrani si sia affrettata a smentire visto il clamore destato da queste sue parole.



L’apertura di librerie fisiche di Amazon al momento è solo una possibile eventualità, se accadrà i punti vendita saranno un numero molto ridotto, pare una dozzina, e comunque inizialmente negli USA. Una scelta di questo genere comporterebbe notevoli investimenti e anche rischi di tipo commerciale dato che un eventuale flop dell’iniziativa avrebbe ripercussioni notevoli sul brand Amazon da sempre modello di business vincente per quanto riguarda le vendite online. Ciò che funziona perfettamente online non è detto che lo faccia nel mondo reale e fisico: il dubbio amletico dell’era moderna.

© Riproduzione riservata.