Amazon punta sulle stampanti 3D

Le novità proposte da Amazon continuano a destra incredulità tra gli utenti. Dopo le consegne con i droni adesso arriva una nuova idea: quella di stampare gli oggetti ordinati dagli utenti direttamente sui camion tramite le innovative stampanti 3D. Se non fosse tutto vero e scritto, nero su bianco, su un brevetto già consegnato ci sarebbe da sorridere.

Creare il prodotto in viaggio

Amazon

In sostanza Amazon punta ad abbattere, ancora di più i tempi di consegna: i prodotti ordinati saranno creati mentre sono già in viaggio verso la loro destinazione. Questo renderà le consegne più veloce ma libererà anche molto spazio nei magazzini per abbattere i costi e ridurre le spese di gestione.



Le stampanti saranno anche collocati in centri appositi dislocati nel territorio: una volta partito l’ordine il centro più vicino comincerà la lavorazione e l’utente potrà decidere se andarlo a ritirare in sede oppure farselo consegnare direttamente presso la propria abitazione.

La tecnologia 3D

Una novità che non è proprio assoluta visto che il colosso della distribuzione ha già iniziato ad utilizzare le stampanti 3D. Al momento solo gli utenti americani possono acquistare alcuni oggetti realizzati con questa innovativa tecnologia. Essi hanno il vantaggio di essere completamente personalizzabili  a seconda della volontà del compratore. A questo punto si tratterebbe solo di velocizzare la consegna per rendere il servizio di Amazon ancora più efficiente.

Al momento il brevetto è stato consegnato e Amazon starebbe investendo alcune risorse in questo settore. Non è dato sapere se e quando questa nuova tecnologia diventerà effettiva e quali prodotti saranno realmente creabili ex nomo con la tecnologia di stampa 3D. Se la novità verrà implementata si partirà sicuramente dagli Stati Uniti d’America.

© Riproduzione riservata.