Anche Pynchon passa al digitale

E’ stata recentemente diffusa la notizia che lo scrittore statunitense Thomas Pynchon ha acconsentito affinchè le sue opere siano pubblicate, oltre che nel formato classico cartaceo, anche in formato digitale.

Questa notizia ha stupito molto il pubblico, in quanto Thomas Pynchon è un autore molto particolare, soprattutto per quanto riguarda le sue scelte di vita.

Si tratta infatti di un autore molto riservato, nonché tra i più tradizionali per quanto riguarda i metodi di lavoro. Alla base della scelta di pubblicare tutta la sua collezione anche in formato e-book sembra ci sia la constatazione e la consapevolezza che il formato digitale venda molto di più rispetto a quello cartaceo, in quanto sta diventando via via il formato più efficace per raggiungere i lettori.



Thomas Pynchon è un autore che è circondato da un’aura quasi mitologica, rafforzata dai molti dubbi che i suoi lettori hanno rispetto alla sua stessa esistenza. Non esistono, infatti, delle fotografie recenti di questo autore, e l’unica di cui si dispone risale a quando Pynchon andava a scuola. Per questo motivo sono in molti a dubitare che esista, ritenendo invece che sia un’invenzione degli editori. Secondo questa teoria, questo autore sarebbe stato costruito a tavolino, ed i suoi libri sarebbero il frutto dell’ingegno e della bravura di dei ghost writer (ovvero di autori anonimi).

La stessa dichiarazione del passaggio dalla carta al digitale non è stata rilasciata dall’autore, bensì da Ann Godoff, la presidentessa della casa editrice statunitense Penguin. La Godoff ha sottolineato che ritiene che questa scelta sia stata presa da Pynchon per poter avere un maggior numero di lettori, in linea con quella che è la speranza di tutti gli scrittori. Ha però inoltre evidenziato che questa scelta non cambierà il profilo di questo autore, soprattutto per quanto riguarda la sua presenza in pubblico.

In ogni caso, nonostante l’alone di mistero che circonda questo autore, nessuno può mettere in dubbio le sue grandissime opere letterarie. Grazie a titoli come The Crying of Lot 49 (tradotto in italiano come L’incanto del Lotto 49) oppure Gravity’s Raimbow (ovvero L’arcobaleno della gravità) Thomas Pynchon è entrato nella letteratura mondiale, che lo ha consacrato come uno dei più importanti autori degli Stati Uniti. La sua scrittura complessa, a volte labirintica, gli è valsa inoltre varie candidature per il premio Nobel per la letteratura.

Laura Adamuccio

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.