Arriveranno a Settembre i primi e-book scolastici

La casa editrice Zanichelli ha annunciato che il prossimo Settembre lancerà sul mercato i primi e-book scolastici. Il nuovo anno scolastico vedrà infatti l’arrivo dei primi libri scaricabili multimediali, dei testi già in catalogo che verranno proposti anche in formato app per l’iPad ed i tablet che utilizzano come sistema operativo Android. I testi interessati attualmente sono 14, e verranno dati in omaggio insieme al libro in formato cartaceo.

Questi testi non saranno però mere copie digitali dei libri cartacei, ma saranno delle vere e proprie applicazioni corredate da funzioni come la sottolineatura, il poter prendere delle note direttamente sul testo digitale e il poter inserire dei commenti. Questo per permettere agli studenti di sfruttare questi libri digitali tanto a scuola (prendendo appunti mentre l’insegnante spiega) quanto a casa (potendo ripassare ed appuntare accanto al testo eventuali commenti ed appunti).

Una iniziativa simile a questa della Zanichelli è stata proposta, durante le scorse settimane, anche dalla Apple. E’ infatti in progetto la creazione di una sorta di biblioteca per iPad, da realizzare grazie agli accordi stipulati tra la Apple e le case editrici statunitensi. Quando e se la Apple porterà anche in Italia questa biblioteca digitale non è attualmente dato saperlo.


L’idea degli e-book a scuola è da tempo paventata ed è molto sostenuta da coloro che credono fortemente nell’idea di poter raccogliere in un unico dispositivo, tutti i testi necessari per seguire le lezioni. Questa soluzione permetterebbe di dare un taglio sia al peso (spesso veramente eccessivo) dello zaino scolastico (in quanto gli e-book reader sono molto leggeri), sia ai costi dei testi (non essendoci i costi della stampa e della carta) sia quello delle varie scuse, accampate dai ragazzi, per giustificare l’assenza del testo in classe.

Un problema da non sottovalutare, però, è quello relativo al dispositivo su cui leggere i libri digitali. In primo luogo, un tablet è piuttosto costoso (pensiamo, ad esempio, agli iPad). Inoltre, c’è da considerare che l’uso e il modo d’uso, per così dire, è diverso da quello che ne farebbe un adulto, che sicuramente presta più attenzione ed evita il più possibile di graffiare, urtare o far cadere il tablet. In risposta a queste diverse esigenze viene il Fable, il primo tablet pensato e realizzato appositamente per ragazzi e bambini. Il Fable è stato presentato qualche settimana fa alla Fiera di Bologna, ed il costo previsto è di circa 129 dollari.

© Riproduzione riservata.