Barnes & Noble cresce grazie al Nook

Wall Street potrebbe sottostimare uno dei più importanti venditori di libri statunitense ovvero Barnes & Noble (BKS -4,68%). Molti sono coloro che pensano che la società sia spacciata a causa della crescita di Amazon (AMZN +0.12%) e altri retailer online.

Gli affari di Barnes & Noble restano comunque piuttosto solidi e profittevoli grazie anche alla divisione della società dedicata agli e-reader. Infatti, il Nook è un valido competitor dei tablet che vanno per la maggiore. Barnes & Noble potrebbe fare in modo che il valore delle sue azioni raddoppi sulla base delle stime fatte a seguito del lancio del Nook.

Ciò significa che il prezzo attuale delle azioni non fa pagare agli investitori quanto realmente vale la nuova divisione formata dedicata ai Nook Media che include una società ben radicata in negozi e 667 campus in tutti gli Stati Uniti incluse le Università di Harvard e di Yale.



Il Ceo William Lynch ha sottolineato il caso in una presentazione agli investitori lo scorso ottobre mettendo in chiaro che Barnes & Noble è sottovalutata. Infatti, la società dominerebbe il 64% dello spazio totale delle librerie che operano in “brick and mortar” (ovvero una società che opera non solo nell’e-commerce ma che ha anche punti vendita reali). Egli ha anche sottolineato che i libri cartacei sono ben lontani dallo scomparire.

Barnes & Noble ha un valore di mercato modesto di 950 milioni di dollari per una società che progetta di vendere ben 8 bilioni di dollari entro la fine dell’aprile 2013. Certo non è facile analizzare la società a causa della perdita di 75 centesimi sulle azioni nell’anno fiscale in corso. Un fattore che indica, probabilmente, che la società sta perdendo denaro a causa degli investimenti fatti nel settore digitale. Investimenti che si tradurranno in profitti nei prossimi mesi.

Sono due i nuovi Nook che dovrebbero uscire sul mercato in vista delle feste natalizie. “Abbiamo fiducia in questi prodotti e, non soltanto noi saremo in grado di competere sul mercato ma potremmo diventare anche i leader” ha affermato Lynch.

Uno degli investitori  che ha creduto in Barnes & Noble è stato John Malone della Liberty Media che lo scorso anno ha acquistato 200 milioni di dollari di azioni. Un altro supporter è Microsoft (MSFT -0,05%) che ha investito ben 300 milioni di dollari nella sezione Nook Media. Tra gli altri anche Target (TGT -0,37%) e Wal-Mart Stores (WMT -0,93%).

 

Fonte: http://online.wsj.com

© Riproduzione riservata.