Drone Facebook si chiama Aquila

La mente geniale di Mark Zuckerberg non si ferma mai, questa volta ci stupisce con la creazione di un oggetto volante che avrà uno scopo ben preciso. Stiamo parlando di un aereo senza pilota, alimentato ad energia solare: il drone Facebook si chiama Aquila ed è nato per fornire connessione in qualunque luogo del pianeta dove non sono ancora presenti infrastrutture per l’accesso alla Rete.

drone-facebook-aquila

Il Team Aerospazionale di Facebook ha lavorato molto per realizzare questo velivolo con un’apertura alare pari a quella di un Boeing 737 con un autonomia di viaggio di 90 giorni ad un’altezza che varia fra i 60.000 e 90.000 piedi. Il decollo del drone Facebook Aquila dovrebbe avvenire tramite un pallone o mongolfiera, ma i dettagli al momento non sono disponibili.

I primi test di Facebook Aquila sono previsti per la fine di quest’anno, se andranno a buon fine l’intenzione di Facebook sarà quella di replicare questo prototipi in diversi esemplari per creare una vera e propria flotta aerea capace di fornire connettività a 4 miliardi di persone in tutto il pianeta ancora prive di accesso ad Internet.



Non sapremo se Facebook Aquila sarà un successo, certo è che il fascino esercitato dalle continue innovazioni è tanto, specie se a scopi pacifici e al servizio della popolazione, in un mondo ancora troppo diviso sotto il profilo dello sviluppo con aree geografiche dove per prima cosa gli sforzi dovrebbero essere concentrati per sconfiggere fame e arretratezza.

Vedremo se Facebook vincerà anche questa sfida e potrà fornire un contributo fondamentale all’evoluzione della specie umana dopo essere riuscita a creare un social network che conta circa 1,5 miliardi di persone.

© Riproduzione riservata.