eBook Autumn – La classifica di metà ottobre

Questa settimana presentiamo la classifica degli ebook più letti dal pubblico italiano. Tra i titoli possiamo trovare alcuni autori italiani presenti da tempo nel panorama editoriale italiano, che rientrano nelle top list con romanzi nuovi ed estremamente creativi. I lettori rivolgono la loro attenzione ad opere introspettive, attraverso le quali gli autori vogliono comunicare un messaggio esistenziale ed umano importante. Il legame che si instaura tra le storie e gli eventi contingenti al nostro tempo spicca in modo evidente. La difficoltà che la società moderna sta vivendo, la crisi economica e politica, le paure per il futuro e la preoccupazione per un presente complicato, questi gli ingredienti principali di questa serie di opere che, in modo accattivante, giungono alla mente ed al cuore di chi legge permettendo di aprire il proprio agire e pensare a nuove modalità di confronto con la realtà che, in fondo, può sempre portare a qualcosa di sereno ed accomodante.

1.     Di tutte le ricchezze di Stefano Benni edito da Feltrinelli

Il protagonista del romanzo si chiama Martin ed è un professore a cui spesso piace scrivere poesie. L’uomo ha deciso di ritirarsi a vivere ai margini di un bosco, luogo in cui costruire un nuovo periodo della sua vita. L’esperienza sviluppata nel tempo, il giudizio e la consapevolezza di sé si argomentano in discorsi che Martin fa con il proprio cane Ombra, fedele amico e compagno di vita.   La passione per l’arte poetica lo porta a conoscere l’autore Catena, poeta misterioso morto in manicomio. L’equilibrio nella vita di Martin viene interrotto dall’arrivo di una coppia nella casa vicino alla sua dimora. L’uomo è un mercante d’arte in fuga dalla metropoli mentre Michelle è la bellissima compagna che ricorda a Martin una vecchia fiamma che accese la sua passione nel passato. L’incontro con questa realtà sentimentale, che da molto tempo era estranea al professore, apre nel suo cuore e nella sua mente un’inattesa sensazione. Il cuore corre all’impazzata nel petto del professore che si trova a confronto con ricordi, sogni, speranze e sapori che viaggiano nel tempo. Quel tempo che sembrava essersi compiuto torna a vivere nello sguardo di una donna, nell’emozione accesa e nella sensazione potente di qualcosa che sta per rinascere.


2.   Il corpo umano di Paolo Giordano edito da Mondadori

Il maresciallo Antonio René guida un giovane gruppo di soldati di cui l’ultimo arrivato è il caporalmaggiore Roberto Ietri. Egli ha solo vent’anni e, inevitabilmente, dimostra tutta la sua inesperienza nel campo della difesa. La prima grande missione che il plotone deve affrontare è il viaggio in Afghanistan. I protagonisti sono chiamati ad una prova per la vita, di cui non conoscono natura fino alla loro partenza. La zona a cui sono destinati è una delle più pericolose dell’area del conflitto : la forward operating base (fob) Ice, nel distretto del Gulistan. Quella terra nasconde insidie, dolore ed avversità che i giovani ben presto scopriranno nel buio della loro base, dove non si accende alcuna luce per paura di segnalare la propria presenza ai nemici. Ad aspettarli c’è un generoso medico di nome Alessandro Egitto, tenente italiano rimasto in Afghanistan, a causa delle predisposizioni di sicurezza indette dal Paese. Il caldo che sale dalla terra, l’attesa infinita, la noia devastante e la paura sempre accesa dai rumori circostanti minano la vita delle povere anime di questi giovani eroi. Dentro una circostanza che pare irreale, i soldati decidono di ricostruire una vita con un’identità, cercando distrazioni, chiacchierate, diversivi e discussioni animate. Durante una notte, nel solito misterioso silenzio, i giovani sentono rimbombare il tremito del proprio cuore, il sangue che scorre nelle vene ed i ricordi di quello che è stato lasciato alle spalle nel Paese risuonerà nella memoria di questi nostri eroi.  Nulla si è concluso dopo questa missione. Infatti, al ritorno in patria, ognuno di essi si trova ad affrontare la propria vita e forse dimentica il buio dell’Afghanistan. L’esistenza dell’uomo è sempre chiamata a rispondere con il cuore e la mente ben presenti alla prova. Tutto sfida la natura umana ad una scelta e ad un giudizio e l’esperienza di questi soldati insegna come sia evidente questa lotta nella vita di tutti i giorni.

3.   Un calcio in bocca fa miracoli di Marco Presta edito da Einaudi

Il narratore di questa storia è un uomo vecchio e per molti versi sgradevole, sempre alla ricerca del lamento e annoiato dalla vita. Nel suo essere stravagante e burbero, il protagonista sa rendersi irresistibile. L’uomo si è perdutamente innamorato della portinaia del palazzo, una donna attraente e matura che, contemporaneamente, riceve lusinghe e cortesie da un barista ben poco affascinante. La ex moglie del protagonista non lo considera, lasciandogli uno spazio minimo coinvolgendolo in capricci e lamenti infantili mentre la figlia è capace di intrattenere con lui superflui discorsi riguardo al tempo e alla semplice quotidianità. Di fronte a questo scenario, il nostro vecchio amico non può che divagare in ricordi, pensieri e sogni nascosti in più, la voce narrante, introduce il profilo di Armando, migliore amico del narratore stesso. In questo si identifica un vero eroe, dotato di tanto buon carattere e moltissima positività. Sul volgere della vita una riflessione esistenziale sul proprio essere è necessaria, perché quello che lasciamo vuole essere un segno concreto del nostro passaggio, così l’amico Armando vuole combinare l’unione di due ragazzi del quartiere, Chiara e Giacomo, che non si conoscono neanche ma certamente potrebbero diventare una coppia perfetta. Il cauto e disinteressato narratore della vicenda si trova inconsapevolmente incluso in questa vicenda in quanto l’ammirazione e la fiducia nell’amicizia con Armando sbaragliano qualsiasi repulsione.

4.   Nessuno è indispensabile di Peppe Fiore edito da Einaudi

Michele Gervasini è il tipico dipendente modello che lavora in un’azienda perfetta. Il suo lavoro da impiegato, la sua vita che scorre nella normalità, l’omologazione dei suoi sentimenti e le vicende quotidiane che è chiamato ad affrontare lo rendono il tipico italiano medio. Quello che la mattina si alza con il suono fastidioso della sveglia, per poi immettersi nel traffico e raggiungere l’ufficio lontano presso la Montefoschi, azienda leader nella produzione di latticini. Per Michele questa vita coincide con la felicità, con la vera soddisfazione. Quando arriva in ufficio il povero impiegato è costretto a rapportarsi con colleghi molto particolari, infatti, Michele li immagina come animali buffi e stravaganti, tutti minacciati dai comandi impetuosi del capo mucca. Un giovedì mattina una di questi dipendenti decide di darsi fuoco e da quel momento la vita dell’azienda non sarà più la stessa.  L’autore racconta di una commedia tragicomica che rappresenta un’umana e concreta realtà del giorno d’oggi, in cui la regola è diventata disposizione di vita, il desiderio anima di una nevrosi implacabile e l’errore della ricerca di benessere dentro l’esperienza professionale. Tutti i personaggi hanno un ruolo fondamentale non solo nello svolgimento della storia e del lavoro dell’azienda ma in tutto il contesto sociale ed umano per la crescita. Le strategie messe in atto dagli uomini di questo tempo forse devono essere riviste e modificate con l’occhio attento di una persona, non di una macchina.

5.    Domenica di Ilaria Bernardini edito da Feltrinelli

Il romanzo inizia presentando una giovane coppia pronta a vivere un week end estivo spensierato e senza figli. In quei pochi giorni, la festa da alcuni amici sconvolgerà le sorti della loro vita. Tutti bevono molto, si divertono ed il protagonista flirta con un’altra donna. I due, con apparente meccanicità, si seducono e finiscono con il nascondersi in casa a consumare la loro passione appena nata. La domenica mattina arriva la chiamata dei nonni che porta la triste notizia del ricovero del bambino. La città è asfissiante e gli eventi trasportano l’inarrestabile sconvolgimento delle sorti di una tranquilla ed equilibrata vita familiare. Paura, rabbia, angoscia e passione si inseriscono nella storia raccontata in Domenica portando uno sguardo nuovo sulle vicende della quotidianità umana, spesso troppo stereotipata da una società che spesso ha paura di vedere la realtà. Una coppia incastrata tra amore ed odio, paralizzata dai rancori reciproci che, allo stesso tempo, sono fortificati da un sentimento profondo di unione. Una narrazione forse comune a tante altre, perché in ogni minima storia ciò che appare perfetto non può essere mai riconducibile interamente alla realtà. L’amore importante, spesso, è segnato dalla invadente presenza del cambiamento e della paura, che portano inevitabilmente inconvenienti scomodi ma costituiscono la struttura forte per evolversi in un cambiamento positivo per sé stessi.

6.   L’estate dei barbari di Héctor Tobar edito da Einaudi

La scena si svolge in una villa maestosa che domina il pacifico. La cameriera messicana si chiama Araceli e, con sguardo attento, osserva gli occupanti della dimora. La famiglia, di alto rango, vive nelle stanze della grande struttura e porta il nome di Torres-Thompson. La messicana è l’unica a non essere stata licenziata per effetto della crisi e, inaspettatamente, si trova a badare ad una casa quasi completamente vuota.  La lite della sera prima tra il padrone e la signora di casa sembrava non aver prodotto particolari effetti ma, quella mattina, Araceli si rende conto si essere rimasta sola con i bambini della coppia, sparita senza lasciare alcuna traccia di sé. La donna si trova costretta a prendersi cura di questi due ragazzini impertinenti e, per molti versi, intollerabili. Araceli non può accettare la situazione che risulta evidentemente misteriosa. Per questo intraprenderà le ricerche per il vecchio nonno, passato una sola volta dalla villa e poi bandito per sempre da quella casa. Una situazione inizialmente ed apparentemente molto tranquilla rivelerà una scena in cui giocano barbari e temibili profili umani, incuranti della giustizia e dei valori. Grazie al coraggio di una donna si raggiungerà una conclusione della storia. Araceli con la sua determinazione dimostrerà che, dietro le vesti da domestica, si cela una persona determinata e con innumerevoli doti, per troppo tempo inascoltate.

7.    Momenti di trascurabile felicità Francesco Piccolo Einaudi

La ricerca della felicità è il motore che muove i passi dell’uomo, è ciò che lo fa permanere vigile ed attento al presente e pronto al destino. Non è sempre facile riconoscerla in quanto ci sono tanti tipi di felicità, sia quella passeggera e volatile che quella immanente e sempre presente nel tempo. Anche nei momenti di noia e rabbia sembra insistere nel cuore una voce che, facendoci compagnia, dona luce a momenti più bui, quelle che sembrano inconsistenti e che speri volino via in fretta. La felicità sa nascondersi bene e rimanere pronta ad emergere al bisogno, anche quando la mente si dimentica della sua essenza. Una sensazione di pienezza che dona emozioni forti e, anche quando tutti vanno in vacanza e rimani da solo in città, ti fa percepire una piccola gioia inattesa nella routine quotidiana. Questa è la consistenza dei momenti di trascurabile felicità, attimi che lasciano il segno. L’autore narra di tanti istanti di inatteso piacere che, uniti insieme, figurano una realtà consistente nella vita di tutti. Il libro è una raccolta di tante epifanie che riproducono frazioni di realtà che, in fondo, costituiscono la nostra stessa esistenza. Il senso profondo della vita è difficile da percepire unitariamente, per questo l’uomo si avvale di una serie di giudizi, emozioni e sensazioni, apparentemente fuggevoli, per sentire veramente il dono che gli appartiene: la vita.

8.   Paura di Stefan Zweig  edito da Adelphi

Al centro della narrazione vediamo la presenza di una giovane e bella donna viennese, moglie di un penalista ed aristocratica figura della città. Il suo nome è Irene Wagner. Un mattino, scendendo le scale della casa del suo giovane amante si scontra con una ricattatrice spietata, la quale, conoscendo perfettamente il suo amore clandestino con il pianista, la costringe a pagare un dazio in cambio del suo silenzio. Con il passare del tempo le richieste di denaro aumentano ed il marito di Irene non può non accorgersi di questo strano ed immotivato sperpero di denaro. L’esperienza professionale dell’avvocato non può ignorare la possibilità che si è effettivamente avverata, per questo motivo nei colloqui tra la coppia esce spesso il discorso inerente ai colpevoli dei delitti che Wagner affronta quotidianamente. Irene è colpita da entrambe le parti e, avvolta dal rimorso per i propri errori, è scossa dalla paura per il castigo. I suoi tentativi di nascondere il delitto sono immani ma il sentimento agitato per ciò che ha fatto la scuote ogni istante che passa. L’autore con mirabile maestria scrive della vicenda di un’adultera che si accorge del proprio errore ma che tenta di restituire giustizia alla sua coscienza ed esistenza in modo quasi isterico. L’analisi psicologica dei personaggi definisce con chiarezza la natura che li costituisce, segnando la presenza di desideri umani che lottano tra paura e serenità.

9.   Un attimo, un mattino di Sarah Rayner edito da Guanda

È febbraio e fa freddo, quando sul treno i pendolari viaggiano tra Brighton e Londra.  Sguardi stanchi e occupati da mille pensieri e preoccupazioni si mostrano evidenti nei volti dei viaggiatori. Ad un certo punto una donna si sente male. In questo modo inizia la storia, che nel suo esordio banale, si rivelerà drammatica. La storia vede protagoniste Anna, Karen e Lou. Le prime due profondamente amiche mentre Lou conosciuta per un fortuito caso del destino legato a quel dramma occorso nei vagoni del treno. L’unione tra queste donne sarà la forza che accompagnerà i loro passi durante la dura settimana che le attende. Insieme scopriranno cosa voglia dire essere messe alla prova dagli eventi e dalla vita. Nulla appare scontato nella meravigliosa narrazione dell’autrice che, con attento sguardo introspettivo e psicologico, analizza i profili di queste persone, facendo emergere tutti i tratti dell’umana natura. Desideri, ostacoli, difficoltà e sentimenti forti non sono più il freno per le decisioni da affrontare, tutto diventa una valvola di energia per fronteggiare il dolore inevitabile della quotidianità. In un attimo le strade di queste donne tanto diverse si incrociano e, attraverso un incontro, si attuerà un cambiamento forte che le condurrà verso qualcosa di migliore.

10.   Una cosa da nulla di Haddon Mark edito da Einaudi

George e Jean  sono i due protagonisti del romanzo. La loro esistenza è stata segnata da doveri assolti, impegni da affrontare ed aspettative degli altri a cui rispondere. Oggi George è in pensione, ha una casa, una famiglia e un nipotino a cui badare. Il tempo che segna il ritiro professionale è equilibrato e placido, tutto risponde al loro desiderio di felicità e completezza. Nulla può ostacolare la loro incondizionata serenità. Questa storia così idilliaca può essere narrata anche al contrario; George e Jean hanno vissuto una vita di errori, sconfitte e rimorsi. Hanno una famiglia, che non riescono a gestire e godere, la figlia è debole e perennemente affranta mentre il figlio si scopre omosessuale. La distanza tra le parti è evidente in molte cose, in primo luogo mancano di comunicazione e condivisione, per questo tra di loro si tradiscono e mentono la verità della loro condizione.  Il romanzo è composto da una serie di frammenti di storie che costituiscono la struttura di una vicenda umana, fatta di problemi ed obiettivi difficili da raggiungere. I personaggi sono trascinati nella corrente degli eventi e sono costretti, inevitabilmente, ad affrontarli con accortezza e coraggio. L’immagine di una vita che può essere ricondotta all’esistenza di molte altre persone e che, certamente, può essere letta in tanti modi ma che in fondo deve accompagnarci ad un lieto fine.

© Riproduzione riservata.