Ebook: l’Unione Europea indaga su Amazon

Che Amazon sia leader nel settore dell’editoria digitale non è una novità. A quanto pare lo strapotere nell’attività di distribuzione ha attirato l’attenzione dell’Unione Europea che, tramite una commissione, ha avviato un’indagine antitrust.

Nell’occhio del ciclone alcune delle clausole presenti nei contratti che Amazon stringe con gli editori. Si dovrà appurare se esse mettono Amazon in una posizione che rende difficile per la concorrenza competere con il colosso. Se così fosse l’Unione Europea dovrà prendere provvedimenti.

Amazon e gli accordi con gli editori



La commissione europea sta analizzando i contratti stipulati da Amazon con gli editori. Sotto analisi ci sarebbero due tipi di clausole:

  • le prime permetterebbero ad Amazon di conoscere eventuali offerte più convenienti di altri distributori per adeguare la propria per essere maggiormente competitiva
  • le seconde sarebbero utilizzate da Amazon per obbligare gli editori a offrire sempre le stesse condizioni offerte ai concorrenti

In pratica queste clausule potrebbero mettere i competitor in una situazione di svantaggio e, di fatto, non gli permetterebbero di competere alla pari con Amazon che, in questo modo, avrebbe la strada spianata sul mercato.

Cosa succederà?

Al momento è stata solamente avviata un’indagine che potrebbe risolversi tranquillamente con un nulla di fatto qualora la commissione non riscontrasse anomalie nei contratti stipulati da Amazon con gli editori. In caso contrario la commissione potrebbe riscontrare un abuso di posizione dominante che permetterebbe ad Amazon di forzare certe clausole grazie al suo ruolo di primo piano sul mercato. A quel punto potrebbero essere presi dei provvedimenti di cui, al momento, si ignora la natura.

Quello che è certo è che i principali concorrenti di Amazon attendono con grande attenzione l’esito dell’indagine della commissione voluta dall’Unione Europea.

© Riproduzione riservata.