Facebook compra WhatsApp per 19 miliardi di dollari

Da tempo se ne parlava e finalmente è stato ufficializzato: Facebook ha acquistato WhatsApp per la cifra record di 19 miliardi di dollari. Se vi sembrano tanti pensate che WhatsApp permetterà a Facebook di raggiungere un miliardo di persone, almeno questa la stima di Marc Zuckemberg, fondatore del social network di maggior successo nel mondo.

Facebook compra WhatsApp al prezzo di 19 miliardi di dollari
Facebook compra WhatsApp al prezzo di 19 miliardi di dollari

Facebook acquista WhatsApp: i dettagli dell’accordo

L’acquisto di WhatsApp da parte di Facebook avverrà nel seguente modo: 4 miliardi di dollari saranno pagati in contanti mentre 12 saranno pagati in azioni. I restanti 3 miliardi saranno garantiti con azioni vincolate per i fondatori e i dipendenti del servizio di messaggistica istantanea più famoso del mondo.

La volontà di Facebook è naturalmente quella di raggiungere un numero sempre maggiore di utenti e WhatsApp sarà un ottimo veicolo. La volontà di entrambi i servizi è infatti quella di “rafforzare la connettività nel mondo sviluppando i servizi base di Internet in modo efficiente e conveniente”.

Al momento WhatsApp conta 450 milioni di utenti mensile e il 70% di questi utilizza il servizio quotidianamente. I numero sono destinati ad aumentare in maniera esponenziale visto il progresso degli ultimi mesi che va avanti ad un ritmo di un milione di utilizzatori al giorno.



Cosa cambia per gli utenti

Per gli utenti non cambierà assolutamente nulla nell’utilizzo di WhatsApp anche dopo l’acquisizione. Come già successo con Instagram WhatsApp manterrà il proprio nome e la propria indipendenza. Gli utenti di questo servizio di messaggistica non dovranno quindi preoccuparsi per le conseguenze di questa acquisizione.

I fondatori hanno assicurato che gli utenti possono dormire sonni tranquilli e che WhatsApp continuerà a funzionare come sempre ha fatto, senza particolari modifiche o invasioni di pubblicità. Possiamo crederci davvero? Solo il tempo potrà rispondere a questa domanda con assoluta certezza.

Per il momento a festeggiare è Facebook che vede spalancate le porte verso una crescita ancora più grande rispetto a quella fatta registrare dalla sua creazione fino ad oggi.

© Riproduzione riservata.