Frankenstein passa all’ebook

La New York Public Library ha appena lanciato la sua seconda applicazione gratuita di Biblion per iPad e iPhone, questa volta concentrata sul capolavoro di Mary Shelley “Frankenstein.”
Proprio come la prima app, “World’s Fair”, anche “Frankenstein” viene presentato non solo come ebook, ma con moltissimi contenuti speciali, con addirittura fonti primarie.

L’applicazione è, infatti, dotata del manoscritto originale della scrittrice inglese, di alcune scannerizzazioni di un diario di poesie di Shelley, della bozza della Dichiarazione di Indipendenza redatta da Thomas Jefferson in persona e diverse illustrazioni originali del diciottesimo secolo. Ma non finisce qui: per i fan di Frankenstein è addirittura disponibile l’edizione integrale del libro del 1831, oltre a più di cinquanta articoli e recensioni sull’argomento.

Ovviamente, anche questa applicazione ha i suoi lati negativi. Questo tesoro di contenuti, infatti, sembra pesare molto sulla memoria dei dispositivi Apple, e lo stesso eReader, per quanto efficace nella lettura dei contenuti aggiuntivi, pare risultare macchinoso nella lettura dell’ebook di base. Ma questo forse apparirà agli appassionati di Frankenstein come un piccolo prezzo da pagare per avere accesso a contenuti tanto preziosi.


 

  Eugenia Durante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.