Gli ebook permettono di monitorare gli studenti

ebook_monitoraggio_studenti

Prima con i libri di testo cartacei era difficile sapere con certezza quanto tempo uno studente trascorre sui libri e facendo i compiti a casa. Gli ebook, però, rendono possibile questa analisi ai professori. Tre Università statunitensi, la Texas A&M, il Rasmussen College e la Villanova University, hanno adottato il programma CourseSmart per poter monitorare gli studenti quando leggono i loro libri di testo digitali. I professori saranno in grado di poter controllare i dettagli e i progressi dei loro studenti: quanto tempo leggono, il numero di pagine completate, se hanno evidenziato il testo con delle sottolineature o hanno preso appunti. Dalla raccolta di questi dati deriveranno dei voti per ciascuno studente.

CourseSmart è la società che vende libri di testo per le scuole e le Università in formato elettronico. La notizia di questo nuovo strumento è arrivata lo scorso mercoledì. Il sistema verrà integrato nei sistemi di gestione delle istituzioni scolastiche.

Come ci si può aspettare, il programma è regolamentato dalla privacy. Gli studenti coinvolti hanno la possibilità di tirarsene fuori quando vogliono. “Comprendiamo che l’aspetto Grande Fratello possa spaventare” ha affermato Sean Devine chief executive del programma CourseSmart in un’intervista. Il programma ha l’obiettivo di verificare se il materiale fornito a lezione è utile ed ha effetti positivi sugli studenti. Sean Devine ha affermato anche che ogni studente potrà decidere se continuare o meno ad utilizzare questo sistema di monitoraggio.


Monitorare lo studio o, comunque, il comportamento di lettura, attraverso gli ebook non è un concetto totalmente nuovo. Amazon lo fa già da tanto tempo servendosi dei suoi e-reader Kindle. La major, infatti, riesce a monitorare i suoi utenti (previa accettazione dei termini di utilizzo). “Il software consente ad Amazon di vedere l’uso che gli utenti fanno del dispositivo”. Ma l’idea di monitorare gli studenti resta ancora molto critica e non priva di problemi. Il programma che ora è nella sua forma pilota, ci si aspetta sarà disponibile ovunque nel 2013.

© Riproduzione riservata.