Guerra tra tablet

I più grandi nomi della tecnologia di consumo stanno per iniziare la battaglia per chi avrà il tablet più venduto delle festività natalizie. Stiamo parlando di Apple, Amazon e Microsoft.

A contare, infatti, saranno soprattutto gli incassi che avverranno nei prossimi 60 giorni quando i grandi nomi della tecnologia lotteranno in una battaglia senza precedenti. Soltanto mercoledì scorso Amazon ha fatto un paragone con il nuovo iPad Mini della Apple scandagliandolo punto per punto. Nel frattempo, il Ceo Apple Tim Cook ha fatto il paragone con il Surface di Microsoft. A sua volta, la Microsoft ha approfondito la questione mettendo in luce le sue capacità di memoria.

“La fetta di mercato riservata ai tablet è in crescita ecco perché tutte e tre le major stanno lottando per ottenere un posto di prestigio. Per contro la fetta di mercato dedicata ai pc sta scendendo. Molti delle persone che acquistano oggi un tablet non ha voglia di sostituire o comprare un computer nuovo” ha affermato Michael Allenson, direttore strategico del gruppo di ricerca Maritz.



“La scorsa stagione festiva ha visto crescere gli acquisti di tablet dal prezzo di 200/300 dollari” ha affermato Allenson. Si pensa che il Kindle Fire e l’iPad mini potranno essere concepiti come regali da mettere sotto l’albero.

Apple ha dalla sua l’aurea di invincibilità che la caratterizza. Microsoft sta crescendo velocemente, come pure Google con i suoi dispositivi Android, mentre Amazon si è accontentata, fino ad ora, del secondo posto nel mercato statunitense.

Il prezzo delle azioni della Apple per effetto della concorrenza è sceso negli ultimi tre mesi. Google si sta concentrando soprattutto sul mercato degli smartphones mentre Amazon non ha avuto i margini di vendita che si aspettava. È tempo di tirare fuori gli artigli.

I prezzi dei dispositivi dovrebbero oscillare dai 159 dollari del Kindle ai 499 del Surface fino agli 829 per il nuovo iPad. È la stessa industria tecnologica a modificarsi. Si è passati dai computer desktop ai portatili e ora ai dispositivi più maneggevoli quali i tablet settore in cui, come abbiamo visto, la competizione tra le major si sta facendo sempre più spietata.

Tanto che il Ceo della Apple ha dichiarato che il “Surface è uno strumento parecchio confusionario”. Ha poi aggiunto dopo aver letto le recensioni del dispositivo: “Potrei disegnare un’autovettura che sia in grado di galleggiare e volare questo per dire che solo sulla carta il Surface può fare tutto quello che dicono faccia”. Per contro, il Ceo della Microsoft Steve Ballmer ha affermato: “Noi abbiamo un dispositivo unico che può essere considerato al pari di un computer senza compromettere la maneggevolezza dell’essere tablet”. Non a caso, nel corso del lancio del Windows 8 a New York Ballmer ha affermato che il dispositivo è “Lavoro. Gioco. Tablet. Pc. Boom! Tutto in sol prodotto”.

Eric Schmidt di Google ha sparato un colpo alla Apple che ha affrontato diversi problemi con il suo software proprietario di mappatura. “Ciò che Apple ha appreso è che è complicato realizzare delle mappe”.

Per giustificare il calo vendite Jeff Bezos ha affermato che l’obiettivo di Amazon è quello di offrire il massimo ma di caricare al minimo il consumatore. Pochi giorni dopo Amazon ha stilato una lista dettagliata di paragone tra i suoi dispositivi e quelli della Apple. Quando il gioco si fa duro…

© Riproduzione riservata.