Il 21% degli adulti americani ha letto almeno un ebook

sondaggio_americani

Il 43% degli americani maggiori di 16 anni ha letto un ebook o un altro lungo contenuto editoriale (rivista, giornale) in formato digitale. Questo è l’interessante dato emerso da un recente sondaggio condotto dallo statunitenseLife Pew Research Center nell’ambito del Progetto dal titoloInternet & American Life. Gli adulti, invece, avvicinatisi da poco alle nuove tecnologie digitali risultano al 21%.  Si fa riferimento all’anno passato, il 2011, ma i dati sonodestinati a crescere. Una ricerca dai risultati certamente interessanti per le case editrici che oggi possono puntare soprattutto all’editoria digitale.

Sebbene il cartaceo resti ancora il formato preferito e preponderante, il digitale è destinato a dilagare. Complici le maggiori disponibilità di ereader ad un prezzo sempre più competitivo e dalle funzionalità più appetibili. Un altro fattore che gioca a favore degli ebook è la maggiore disponibilità di contenuti. Nel sondaggio è infatti emerso che i consumatori statunitensi hanno dichiarato che il 50 per cento riesce a reperire nella maggior parte dei casi ciò che cerca.

Dai dati emerge che gli ebook vengono considerati soprattutto riservati agli adulti. Per i bambini si predilige ancora il formato cartaceo. Solo il 9% sceglie il digitale. Nessuna distinzione, invece, tra uomini e donne. Gli ebook sono scelti da entrambi.



Dal sondaggio è emerso anche che il 30% degli intervistati possiede un dispositivo per poter leggere gli ebook. I tablet a dicembre erano posseduti in misura del 10%. A gennaio, invece, complici le feste ed i regali natalizi, la percentuale è salita al 19%. L’80% di coloro che dichiarano di non possedere alcun dispositivo che supporti gli ebook si dice propenso al suo acquisto nei prossimi mesi.

Le 68 pagine del report dal titolo “The Rise of E-Reading” sono state diffuse mercoledì 4 aprile ed il Pew Research Center prevede sempre nell’ambito dello stesso progetto ulteriori ricerche riguardo l’argomento ebook e la lettura digitale. Un riassunto della ricerca era già stato pubblicato nel mese di gennaio.

Lee Reinie, Direttore del progetto, ha sostenuto che l’obiettivo del progetto è quello di verificare l’impatto sociale della tecnologia e stilare delle previsioni, seppur parziali, circa l’evolversi dell’editoria. Il report documenta, inoltre, la popolarità anche di altri formati e supporti digitali. Primi fra tutti gli smart phone. Ad essere intervistate telefonicamente oltre 3000 persone dai 16 anni in su.

Francesca Borrelli

RIPRODUZIONE RISERVATA 

© Riproduzione riservata.