Iva al 4% sugli Ebook: l’Europa dice sì

Dopo qualche anno di attesa finalmente il Parlamento europeo ha approvato l‘equiparazione dell’IVA degli ebook a quella dei libri di formato cartaceo. L’Europa ha accettato la modifica alla direttiva del 2006 sull’IVA per l’e-commerce. La nuova tassazione equiparata al cartaceo sarà effettiva su libri, quotidiani e periodici ed è stata approvata con 590 voti a favore, 8 contrari e 10 astensioni.

L’Europa abbassa l’IVA sugli ebook al 4%

Fino alla nuova modifica approvata dal Parlamento Europeo gli stati europei erano costretti ad applicare ai libri digitali una tassazione minima del 15% contro quella ridotta sui libri cartacei. L‘equiparazione al 4% è stata voluta considerando la necessità di eliminare il doppio standard che prevedeva due trattamenti diversi, di fatto, per lo stesso prodotto.

Prima di tale modifica lo stesso libro era tassato di più in formato digitale rispetto al formato cartaceo che in alcuni paesi prevede una tassazione addirittura dello 0%. L’Italia, insieme a nazioni come la Francia e la Polonia, è stata una delle principali sostenitrici di questo cambiamento che potrebbe portare importante giovamento all’industria del libro.



Ora bisognerà capire se e come questo provvedimento potrà incrementare un mercato importante come quello delle pubblicazioni digitali e quanto influirà nel loro rapporto con le pubblicazioni tradizionali. Massima soddisfazione per il presidente dell’Associazione italiana editori, Federico Motta, che ha commentato la decisione del Parlamento Europeo come “una grande vittoria”.

© Riproduzione riservata.