Migliorare ricezione WiFi in casa: ecco come fare

Sono sempre di più le app che utilizziamo per i nostri dispositivi mobili e sono sempre più esose di traffico dati, risparmiare giga con la rete di casa è essenziale ma serve una buona copertura in ogni stanza, vediamo oggi come fare per migliorare ricezione WiFi in casa con alcuni suggerimenti in base alle ultime novità tecnologiche.

Il segnale Wi-Fi in una casa di piccole medie dimesioni può essere migliorato in pochi semplici passaggi: per prima cosa verificare che router, ripetitori, e amplificatori di segnale per essere sicuri che non siano troppo vecchi dato che l’anzianità del prodotto è una delle prime cause di una rete poco performante.

Aggiornamento a 5 GHz Wi-Fi

La maggior parte dei router wireless operano sulla frequenza di 2,4 GHz mentre quelli moderni operano sia alla nuova frequenza 5 GHz sia a quella vecchia standard a 2,4 GHz. I nuovi dispositivi compatibili con i 5 GHz si collegano quindi automaticamente ad un Wi-Fi 5 GHz mentre quelli vecchi dispositivi possono connettersi solo a 2,4 GHz.

La frequenza a 5 GHz inoltre è una frequenza meno intasata, se abitate in un condominio probabilmente la maggior parte dei tuoi vicini di casa probabilmente staranno ancora utilizzando il Wi-FI impostato a 2,4 GHz Wi-Fi, quindi a 5 GHz ci saranno meno interferenze. Inoltre il Wi-Fi a 2,4 GHz offre solo tre canali sovrapposti e sono il canale 1, 6 e 11. Il Wi-Fi a 5 GHz Wi-Fi invece offre ben 23 canali e non sono sovrapposti. Tieni anche in considerazione che vecchi dispositivi wireless come telefoni cordless viaggiano a 2,4 GHz perciò se per migliorare ricezione wifi in casa con un router impostato a 5 GHz non ci saranno interferenze tra i vari dispositivi.



Estendere la copertura con un ripetitore

I ripetitori consentono di estendere la copertura Wi-Fi. Se hai una casa molto grande o una casa con stanze posizionate ad angolo dove il segnale non arriva o arriva molto debole, puoi migliorare la connessione Wi-Fi per gli angoli più remoti della tua casa installando uno o più ripetitori.

Per acquistare un ripetitore Wi-Fi basta andare per esempio su Amazon e cercare ripetitore senza fili o wireless range extender facendo attenzione ad acquistarne uno compatibile con il tuo router: se hai un vecchio router 802.11ac devi cercare un ripetitore che supporti lo standard 802.11ac.

Questi dispositivi sono abbastanza semplici da utilizzare, molti sono di piccole dimensioni tanto da poter essere facilmente collegati alla presa elettrica senza particolare ingombro. Essi funzionano come ripetitori per estendere il segnale Wi-Fi, il che significa che la rete Wi-Fi di casa rimane sempre la stessa, non è necessario impostare il ruoter con una nuova password o altro. Alcuni router possono essere configurati per funzionare come ripetitori wireless, così si potrebbe potenzialmente usare un vecchio router che avete in giro invece di comprarne uno nuovo.

Utilizzare un’antenna più potente

In alternativa ad un ripetitore, per migliorare ricezione wifi in casa puoi acquistare un’antenna più potente per il router. Un’antenna più potente aumenta il campo del segnale Wi-Fi del router, estendendo la copertura Wi-Fi e migliorando la qualità del segnale in tutto l’ambiente domestico.

Ti suggeriamo di controllare il tipo di router che stai utilizzando prima di acquistare un’antenna dato che è necessario che sia compatibile con il suo connettore. Alcune persone sono riuscite a migliorare il segnale wifi in casa costruendosi da sole un’antenna tramite una vecchia lattina di alluminio e carta stagnola, ma noi ti suggeriamo per maggiore sicurezza di acquistarne una già pronta che si trova facilmente in commercio.

Migliorare ricezione WiFi: sostituire i dispositivi Wireless B

Se hai ancora dispositivi che utilizzano ancora lo standard Wi-FI 802.11b, sappi che questi ti stanno rallentando tutta la linea. Il Wireless B è stato il primo standard Wi-Fi, risale agli anni 2000 ed è stato successivamente sostituito dal 802.11g nel 2003. Sono passati più di 10 anni, è più che lecito e normale cambiare, non credi?

I router moderni sono ancora compatibili con questi vecchi dispositivi 802.11b, ma se impostati con il vecchio standard sono costretti a funzionare in una sorta di modalità compatibile quando vengono collegati a dispositivi 802.11b. Questo rallenta notevolmente la connessione Wi-Fi per tutti i dispositivi di tutta la rete. Nel caso in cui tu abbia dispositivi vecchi che utilizzano ancora il Wi-Fi 802.11b, è davvero arrivato il momento di sostituirli. I moderni standard Wi-Fi non hanno questo problemi, è possibile collegare un dispositivo 802.11g ad una rete 802.11n e il wireless funzionerà a velocità G wireless senza rallentare gli eventuali altri dispositivi wireless N. Controlla i tuoi dispositivi e se vuoi migliorare ricezione wifi in casa assicurati che almeno supportino la tecnologia 802.11g come requisito minimo.

© Riproduzione riservata.