Salone del libro 2012: protagonista l’editoria digitale

Prenderà il via il prossimo giovedì 10 maggio il Salone Internazionale del libro di Torino giunto alla sua venticinquesima edizione. Quest’anno il filo rosso che fa da conduttore tra i vari stand è rappresentato dalle mutazioni in corso nell’editoria: la Primavera Digitale che da il titolo all’edizione. Si tratta di un fenomeno che va oltre il futuro degli ebook ed il destino riservato alla carta stampata perché investe l’intera società.

Il Salone è promosso e coordinato dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, presieduta da Rolando Picchioni. Direttore editoriale è Ernesto Ferrero. Quest’anno saranno circa 1.200 gli espositori presenti, chi con proprio stand, chi all’interno di spazi collettivi e istituzionali. I nuovi espositori saranno circa 50 e debutteranno al Lingotto Fiere grazie alla crescita sempre maggiore dei progetti speciali.

Presenti anche i portali della vendita online di libri e prodotti audiovisivi tra cui Ibs, Bol, Mondadori. Tra questi anche Ebookizzati, portale di vendita di ebook italiani e stranieri, che offre agli editori servizi di confezionamento libri nei formati digitali e consulenza su Drm e hacking.



Il salone del libro sarà caratterizzato da un programma di appuntamenti molto ricco che vanno dagli incontri alle conferenze. I partecipanti avranno parte attiva nel corso dei seminari e dei dibattiti che avranno luogo nella sala denominata Book to the future. Sarà questo il luogo fisico privilegiato in cui l’editoria incontrerà la tecnologia. L’area sarà realizzata all’interno del Padiglione 2 del Lingotto è sarà dedicata alle nuove metodologie e tecnologie di fruizione. Una sorta di vetrina in cui i produttori e gli editori potranno esporre i loro prodotti e sviluppare insieme nuove idee. Tra i partecipanti illustri i leader attuali del settore tra cui Amazon con i suoi Kindle e Nokia che presenterà il Nokia reading.

La Fondazione Corriere della Sera terrà un’incontro sulle nuove pratiche del leggere e dello scrivere sul web con la partecipazione di Francesco Piccolo e Beppe Severgnini. Quest’ultimo parlerà anche di Twitter il cui avvento ha colto impreparati molti editori. Molti altri, invece ne hanno fatto uno strumento di lavoro e promozione. L’argomento verrà trattato anche da Antonio Benforte (Isbn), Francesca Càsula (Aìsara), Antonio La Gala (Gems) e Chiara Fattori (Intermezzi) nel corso del convegno dal titolo Lettori & Follower: l’editore alle prese con twitter.

© Riproduzione riservata.