Samsung Galaxy Nexus: vendite bloccate in California

Il giudice distrettuale della corte di San Jose’, Lucy Koh ha bloccato, all’inizio di questa settimana, le vendite del Samsung Galaxy Nexus (il primo telefono a montare Jelly Bean) a causa della controversia in corso con la Apple. La major di Cupertino sosterrebbe, infatti, che il dispositivo violerebbe alcuni brevetti e diritti di proprietà intellettuale.  L’ingiunzione era già stata presentata a febbraio di quest’anno. Le vendite del dispositivo saranno sospese fino a quando il caso non sarà risolto.

Il gigante sud coreano Samsung, per contro, si è detto in disaccordo dalla decisione: “Prenderemo tutte le misure disponibili, inclusa un’azione legale, per fare in modo che il Galaxy Nexus possa essere acquistato dai consumatori” è stato dichiarato in un comunicato stampa ufficiale. La major, infatti, non può permettersi di perdere un prodotto di punta come questo. Il Galaxy Nexus, infatti, sarà il primo dispositivo a montare Android 4.1 e, inoltre, ha un prezzo estremamente competitivo (che si aggira attorno ai 349 dollari).

I brevetti imputato riguardano sia il device stesso che il sistema operativo. Quelli violati sarebbero quattro:



  • Il brevetto numero 8.074.172 riguarda i suggerimenti delle parole per il completamento del testo in automatico. Soltanto i prodotti Apple, infatti, dovrebbero possedere questa funzionalità. Ci sarebbe da obiettare che è una funzione che esiste dal ’95 apparsa per la prima volta in Excel.
  • Il brevetto numero 5.946.647 relativo alla rilevazione di dati come specifici di un testo che siano un indirizzo o un numero di telefono. Dal testo si ottiene un collegamento veloce per navigare subito verso quella direzione o chiamare un utente.
  • Il brevetto 8.046.721 che riguarda il classico slide to unlock che permette di sbloccare la tastiera scorrendo il dito sullo schermo.
  • Il patent 8.086.604, più difficile da decifrare, riguarda la possibilità soltanto da parte di Apple di poter restituire informazioni diverse tramite un’interfaccia unica.

Apple e Samsung sono da tempo coinvolte in una varietà di casi legali in diversi paesi del mondo che riguardano, soprattutto, la violazione dei diritti di brevetto. Mentre Apple ha accusato Samsung di “copiare spudoratamente” il design e il look proprio del suo marchio, la major sud coreana ha accusato Apple di infrangere i suoi brevetti relativi al modo in cui i suoi cellulari e tablet si connettono a internet. Recentemente la Samsung sarebbe riuscita a condannare la Apple in Olanda. La major di Copertino dovrà pagare milioni di dollari per l’utilizzo di alcune tecnologie legate alla connessione senza fili.

Del resto Apple e Samsung sono i due principali produttori di Tablet e Smartphone nel mondo. Le vendite degli iPad sono più che duplicate dal dicembre del 2011 raggiungendo quota 15 miliardi. Nel primo quarto del 2012 la Apple ha venduto oltre 13,6 miliardi di prodotti.  Questo successo imperante ha fatto sì che la Apple venga, attualmente, considerata come l’azienda più preziosa del mondo. Samsung, da parte sua, ha venduti 1,6 milioni di tablet nello stesso periodo. Successo dovuto, soprattutto, ai prodotti di gamma Galaxy. Ad ogni modo, le vendite di smartphone e tablet sono destinate ad aumentare nel breve periodo per entrambe. Gli esperti prevedono, infatti, che le vendite dei prodotti Apple nel 2016 potrebbero toccare i 169.652.000. Le vendite dei prodotti Samsung, invece, quota 137.657.000.

Rita Paola Maietta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.