Tutti i contenuti web sul terremoto abruzzese raccolti in un ebook

terremoto_abruzzo

Oggi ricorre il terzo anniversario del terremoto che, nel 2009, colpì l’Abruzzo. Lo psicologo di origini aquilane Massimo Giuliani ha comunicato in questi giorni l’idea di voler aggregare tutti i contenuti presenti sul web per realizzare un ebook sul tema fruibile da tutti. Giuliani, che nel corso di questi tre anni ha seguito la questione terremoto con passione e dedizione.

Già nel luglio del 2009 era stato pubblicato dallo stesso psicologo un libro dal titolo Di status in status. Il terremoto in versione Facebook che aveva l’intento di raccontare i minuti tragici del terremoto attraverso gli aggiornamenti di status degli utenti del celebre social network. Il libro era stato realizzato con l’aiuto del sito ibridamenti.com. Molti sono stati gli studenti ed i cittadini che, sulle proprie bacheche scrivevano di scosse iniziate già tre mesi prima del 6 aprile. Un fenomeno con il quale avevano iniziato a convivere e che forse avevano sottovalutato non pensando che potesse rafforzarsi e causare distruzione e morte.

La notte del terremoto, il 6 aprile del 2009, furono in tantissimi a descrivere in tempo reale grazie ai propri palmari o smart phone quello che stava avvenendo. Talvolta, grazie ai social network qualcuno è riuscito a ritrovarsi o scambiarsi informazioni. Sicuramente si è trattato del primo terremoto di internet e questa considerazione è stato il tema ad aver spinto Massimo Giuliani alla ideazione dell’ebook ad esso relativo.



Con questo ebook lo psicologo vuole evidenziare come internet sia stato un elemento indispensabile per comprendere il terremoto ma anche per capire l’evoluzione della rete. Spesso considerato come strumento scatenante della disgregazione sociale, il web in questo ebook viene trattato come elemento di vicinanza delle relazioni. Ovviamente, se utilizzato bene. Il fatto che le città dovessero essere evacuate e le persone dovessero allontanarsi dalle proprie case verso territori molto vasti, ha visto internet come mezzo principe per mantenere la coesione tra il popolo abruzzese.

Nell’ebook saranno presenti le testimonianze di molti protagonisti della narrazione on line del terremoto. Il quadro risultante è una realtà narrativa di una tragedia vissuta non solo attraverso gli occhi dei protagonisti ma anche attraverso i nuovi mezzi di comunicazione di cui l’ebook vuole rendersi sostenitore.

Eugenia Durante

RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.