Whatsapp: la notifica blu potrà essere disattivata

La scorsa settimana ha fatto decisamente discutere la scelta di Whatsapp di aggiornare il suo sistema di notifiche. E’ stata infatti introdotto la notifica blu, una doppia spunta  che segnala l’avvenuta lettura del proprio messaggio. A seguito delle lamentele di una parte di clienti Whatsapp starebbe pensando ad introdurre un’opzione che permetta di disattivare questo servizio. Ma andiamo con ordine.

Whatsapp prevederà la possibilità di disattivare la notifica blu
Whatsapp prevederà la possibilità di disattivare la notifica blu

La scorsa settimana Whatsapp ha rivoluzionato il suo sistema di notifica aggiungendo una nuova fase con un’importante funzionalità. Al momento infatti il vostro Whatsapp utilizza tre step di notifica: il primo passo è la spunta singola che indica che il vostro messaggio è partito regolarmente dal vostro telefono (altrimenti vedrete un piccolo orologio vicino al messaggio), il secondo passo è rimasta la doppia spunta grigia. Alcuni hanno sempre pensato che essa simboleggiasse l‘avvenuta lettura del vostro messaggio ma cosi non è: essa vi indica solamente che il vostro messaggio è arrivato a destinazione.

Come fare a capire se il vostro contatto ha letto o meno il vostro messaggio? Qualche settimana fa non era possibile, ma ora si, grazie alla nuova notifica blu. Essa infatti indica che il vostro interlocutore ha letto correttamente il messaggio che gli avete inviato. Se molti utenti hanno apprezzato quest’innovazione, altrettanti se ne sono lamentati. Per questo motivo Whatsapp starebbe pensando di rendere questa opzione disattivabile. La notizia non è ufficiale ma non dovrebbe mancare molto al prossimo aggiornamento che permetterebbe di disattivare la tanto temuta notifica blu.

Come funzionerà? L’utente potrà disattivare la notifica blu ma in questo caso non potrà più controllare se i propri messaggi siano stati o meno letti dai propri contatti. Il meccanismo è lo stesso attualmente in vigore per la visualizzazione dell’ultimo accesso con l’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo.

© Riproduzione riservata.