Bando per la Casa del Maestro 2023, ecco gli insegnanti che ne hanno diritto

La Casa del Maestro è una novità pensata per tutti gli insegnanti che potrà essere richiesta con un bando apposito e riguarderà solo il periodo estivo.

Il beneficio è pensato non solo per gli insegnanti e per le famiglie ma anche per altre categorie di lavoratori, secondo quanto previsto all’interno del bando in scadenza.

Casa Maestro
Bonus Casa Maestro 2023 (ebookmania)

Un’ottima opportunità per ricevere un’agevolazione molto interessante. Tuttavia la data di scadenza è vicina quindi occorre farne domanda al più presto per non essere fuori.

Bando Casa del Maestro 2023: come fare domanda

Le domande per la Casa del Maestro 2023 scadranno il 2 maggio 2023 quindi coloro che vogliono partecipare devono immediatamente preparare la documentazione utile per non rischiare di perdere l’opportunità.

Casa Maestro vacanze
Casa maestro, come fare domanda (ebookmania)

Il bando INPS riguarda l’assegnazione di soggiorni estivi presso le Case del Maestro che prevedono l’assegnazione di 240 posti con pacchetti soggiorno per le vacanze con servizi di pernottamento e anche pensione completa e tutto il necessario. Il soggiorno dovrà essere svolto tra il 24 giugno e il 16 settembre.

La disponibilità riguarda il Lazio quindi nello specifico: 146 posti a Fiuggi, con 6 turni da 15 giorni oppure Roma con 94 posti quindi 12 turni da 8 giorni. Ognuno può scegliere la destinazione che preferisce in base alla domanda. Il bando è aperto a dipendenti, pensionati, familiari anche di ex dipendenti deceduti. Per fruire dell’agevolazione e quindi richiedere la partecipazione il titolare deve essere iscritto all’ENAM o avere un familiare iscritto. Possono partecipare anche coniuge, convivente, parenti, genitori, figli nella misura in cui saranno disponibili i posti letto.

Domanda e beneficio: la graduatoria finale

La domanda può essere presentata dal dipendente o dal titolare del diritto, dal vedovo, dalla persona unita civilmente o convivente, genitore superstite. Per fare domanda è necessario avere un ISEE aggiornato, essere iscritti alla banca dati dell’INPS e non avere altri soggetti che beneficiano della stessa agevolazione.

Il bando si rivolge agli insegnanti che fanno parte della Gestione Assistenza Magistrale e che sono quindi iscritti al fondo ENAM, sia in servizio che in pensione. Rientrano non solo gli insegnanti ma anche i dirigenti scolastici, i direttori amministrativi e tutti i parenti entro il secondo grado.

Per effettuare la registrazione INPS se non siete già parte della banca dati basta compilare il modello AS150 disponibile sul sito e fare domanda direttamente accedendo con SPID, CIE o carta nazionale dei servizi. Una volta raccolte le domande e in base ai valori ISEE, sarà costruita una graduatoria, poi pubblicata a livello istituzionale. Avranno priorità i nuclei con reddito ISEE inferiore e, in caso di situazioni uguali, la priorità sarà data ai beneficiari che hanno nel nucleo un soggetto disabile grave e che non abbiano già usufruito di altri soggiorni.