La classifica dei 10 registi migliori di sempre (secondo ChatGPT)

ChatGPT dà giudizi, non umani, ma comprensibili: questa volta ha stilato la classifica dei 10 migliori registi al mondo.

Da quando sono sbarcate sul web le intelligenze artificiali si è aperto un’enorme dibattito sulla pericolosità di queste menti pensanti. C’è chi addirittura ci ha visto un inizio di coscienza, come se ChatGPT riuscisse a emulare le emozioni umane tra le quali rabbia, invidia e via discorrendo, rispettando i canoni di una normale conversazione tra due esseri umani. All’IA si può chiedere qualsiasi cosa, lei troverà o inventerà una risposta.

La finestra sul cortile, Hitchcock conquista il primo posto
La finestra sul cortile, Hitchcock – ebookmania.it

A preoccupare è proprio il fatto che ChatGPT riesca a creare delle opinioni proprie sulle cose, alterando così la realtà dei fatti. Nata come aiuto per la creazione di testi di qualsiasi genere, l’assistente motore di ricerca sembra rivelare diverse problematiche che riguardano la diffusione di realtà e immagini non vere che potrebbero portare all’espansione delle fake news.

Con tutto ciò che di malefico si possa sostenere su ChatGPT, ci sono anche lati positivi. Per esempio, se non si sa su che registi orientarsi durante la scelta di un film, l’intelligenza artificiale arriva in soccorso, facendo una statistica sui registi più apprezzati al mondo, in pochi secondi. Vediamo cosa racconta, secondo la richiesta fatta dalla pagina La scimmmia pensa: ne ha catalogati 10. 

La lista dei 10 migliori registi al mondo, secondo ChatGPT

Al decimo posto vediamo David Lynch per I segreti di Twin Peaks del 1990, al nono posto invece Christopher Nolan con una lunga carriera, di cui però ricorderei Inception (immancabile nella lista dei film da vedere nella vita). Un onesto ottavo posto per Quentin Tarantino che senza togliere niente all’intera filmografia, ricorderei invece con il cult Pulp Fiction del 1994.

Film classifica ChatGpt
Arancia Meccanica, il capolavoro di Kubrick – Ebookmania.it

Al settimo posto c’è Francis Ford Coppola, con Il padrino del 1972, ma in questo caso mi preme ricordare anche Apocalypse Now del 1979 ispirato dal romanzo di Joseph Conrad, Cuore di tenebra, film che vinse la Palma d’oro al 32º Festival di Cannes e il premio oscar per la migliore fotografia. Al sesto posto spunta Martin Scorsese con Taxi driver del 1976, ma di cui si deve citare anche Shutter Island del 2010.

Quinto posto per Steven Spielberg di cui ricorderei l’immancabile saga di Indiana Jones ma anche il significativo Schindler’s List del 1993. Al quarto posto Akira Kurosawa con I sette samurai del lontano 1954, e al terzo posto Stanley Kubrick con il suo Arancia Meccanica del 1971 (altro film da inserire nella lista dei cult).

Il secondo e il primo posto: chi è in testa alla classifica dei registi

Al secondo posto c’è Orson Welles di cui ricordiamo Quarto potere che è sicuramente uno dei titoli più importanti nella storia del cinema per la sua capacità di rivoluzionarne profondamente il linguaggio, segnando la nascita del cinema moderno ed infine al primo posto, raggiunge il podio Alfred Hitchcock con Psyco del 1960 ma anche l’immancabile La finestra sul cortile degli anni ’50.