Da oggi tablet, ebook reader e cellulari accesi in aereo

Cellulari accesi in aereo: ora ci siamo. L’Agenzia europea per la sicurezza area (AESA) ha dato il via libera all’uso di tablet, ebook reader, cellulari (e altri dispositivi elettronici), utilizzati nell’apposita modalità aereo, anche durante le fasi di decollo e atterraggio. Nessun problema per la sicurezza con questo tipo di utilizzo che prevede la disabilitazione di ogni tipo di connessione da parte del telefonino.

L'AESA da il via libera all'utilizzo dei dispositivi cellulari in modalità offline in tutte le fasi di volo
L’AESA da il via libera all’utilizzo dei dispositivi cellulari in modalità offline in tutte le fasi di volo

In buona sostanza sarà possibile utilizzare i propri dispositivi per tutta la durata del volo, senza interruzioni. L’AESA ha dato l’ok affinché le compagnie possano rivedere le proprie norme interne velocemente. Resta l’obbligo, da parte dei passeggeri, di seguire sempre le indicazioni del personale di bordo.

Dopo numerosi test effettuati è stato infatti dichiarato, con certezza, che non esiste nessun pericolo per l’utilizzo dei cellulari accesi in aereo, a patto che tutte le connessioni siano disattivate. Il prossimo passo, stando a quanto rivelato dall’AESA, sarà quello di studiare un modo affinché si possa usufruire di un collegamento internet anche a bordo. Questo, vista la diffusione così ampia delle comunicazioni globali, sarebbe un grande passo in avanti.

Non si conoscono ancora i tempi previsti per uno sviluppo in questo senso. Ogni tipo di soluzione dovrà essere vagliata da un’attentissima analisi scientifica: di mezzo c’è infatti, prima di tutto, la sicurezza. Per ora i passeggeri si dovranno accontentare della possibilità di tenere i propri dispositivi cellulari accesi in aereo, nell’apposita modalità offline, in tute le fasi (dal rollaggio e al decollo sino all’atterraggio).


Sta ora alle compagnie aree modificare i propri regolamenti interni e inserire le nuove disposizioni dell’AESA. Il prossimo passo che consentirà la connessione ad internet, non sembra essere così lontano: ma per ora non possiamo fare altro che attendere.

© Riproduzione riservata.