ebook reader : Txtr Beagle

Da poco è stato annunciato un e-reader chiamato Beagle e ha generato molto interesse tra i lettori, gli editori e gli esperti di tecnologia. La casa produttrice è la Txtr che ha sede a Berlino ed ha affermato di voler vendere il dispositivo a 8 sterline (poco meno di 10 euro). 61 sterline in meno dell’attuale Kindle base. Mentre il prezzo sembra competitivo molti amanti dei libri vogliono sapere meglio come funziona questo nuovo e-reader e come si rapporta al Kindle. Bisogna sottolineare che il Beagle non sarà disponibile nel Regno Unito prima del primo quadrimestre del prossimo anno. La recensione è stata realizzata su un prototipo dopo soli due giorni di utilizzo. Michael Grothaus del Guardian, giornale britannico, si è detto particolarmente sorpreso: il Beagle si pone come ottimo competitor del Kindle.

Il Txtr Beagle sarà distribuito con la possibilità di cambiare il colore del retro in quattro diverse tonalità (vinaccia, verde, fuxia e turchese). Il modello che Grothaus ha testato aveva il retro in verde e risultava particolarmente solido in mano. Fisicamente, il Beagle è molto più piccolo del Kindle con un display di 5 pollici contro i 6 del Kindle. Inoltre è anche molto più sottile. Misura 140 millimetri di lunghezza e 105 millimetri di larghezza mentre lo spessore è di 4,8 millimetri. Questa larghezza non include i 14 millimetri di spessore del fondo del dispositivo che prevede un alloggiamento di due batterie AAA. Il Kindle, per contro, presenta le seguenti dimensioni: 165 mm x 144 mm x 9 mm.

Lo schermo è di 5 pollici in otto scale di grigio con tecnologia e-ink ed una risoluzione di 800 x 600 pixel. Per contro, il Kindle presenta uno schermo di 6 pollici e 16 livelli di grigio con tecnologia e-ink. Il testo sul Kindle appare più scuro. In entrambi i dispositive il display ha una risoluzione 800 x 600 pixel. Il Beagle ha un più elevato numero di PPI (pixel per pollice): 200 contro i 167 del Kindle che rendono il testo più definito. Il Ceo della Txtr Thomas Leliveld ha affermato che nella creazione di un e-reader dal basso costo “l’unica cosa a non essere stata compromessa è il display perché è l’unica ragione che spinge una persona ad acquistare un e-reader”. “Penso che abbiamo creato un prodotto facile da usare, solido, che ha il giusto peso e la giusta densità e il cui display è molto bello” ha affermato Leliveld.


Un altro fronte in cui il Beagle batte il Kindle è il peso. Il Beagle pesa 128 grammi con batterie inserite mentre il Kindle 170 grammi. Risulta, perciò, più leggero del 20%. Il peso, però, è influenzato dalle dimensioni ridotte del dispositivo. Per quanto riguarda la memoria il Beagle offre 4 Gb al suo interno. Ovviamente, questo è un punto a sfavore del nuovo dispositivo rispetto al Kindle che è in grado di contenere oltre 1.400 ebook sulla sua memoria. Questo perché il Beagle è in grado di leggere gli ebook in Pdf un formato piuttosto pesante per un lettore bitmap. La conseguenza è un testo più chiaro ma una quantità di memoria utilizzata maggiore per ciascun libro.

Per quanto riguarda la durata della batteria, il Beagle non ha una batteria integrata ma funziona grazie a due batterie AAA. Questo significa che non ci sono cavi per caricarlo. La società produttrice sostiene che con due batterie AAA sarà possibile leggere per un anno intero senza sostituirle se si leggono in media 12 o 15 ebook in un anno. Non è possibile mettere a  confronto i due dispositivi su questo piano. Il Beagle, infatti, non si collega Wi-Fi. Ciò ha permesso di mantenere il costo del dispositivo piuttosto basso.

Michael Grothaus è stato in giro per Londra con il Beagle per due giorni ed è stato piacevole per lui portarlo grazie al fatto che entrava perfettamente nella tasca dei suoi jeans anche grazie al peso ridotto. È maneggevole anche da utilizzare. Un difetto è l’impossibilità di cambiare le dimensioni del font. Inoltre, l’unico modo attraverso cui il Beagle si connette al mondo esterno è via Bluetooth. Per questo motivo, bisogna possedere uno smartphone con questa caratteristica per consentirgli di trasferire e scaricare libri. Secondo i produttori, questa funzionalità consente al Beagle di continuare a fare in modo efficiente ciò per cui è stato costruito ovvero visualizzare testi sul suo display. Sullo smartphone sarà necessario scaricare un’applicazione che consente di trasferire gli ebook acquistati dal telefono al lettore. possono essere importati anche file in formato Epub e in Pdf. L’applicazione convertirà l’ebook in immagine bitmap che verrà visualizzata dal dispositivo. I bottoni da utilizzare per leggere il libro sono tre bottoni fisici. La dimensione del font sarà scelta in fase di conversione.

Il limite è di cinque ebook alla volta ma non è un danno per Grothaus il quale non si spiega perché la gente abbia bisogno di portarsi dietro ben 1000 ebook in giro. Leggono davvero così tanto? L’autore sostiene di non riuscire a leggere più di trenta libri in un anno e mai più di due alla volta. Perciò, secondo lui, cinque libri come limite non sono un problema. Ed è sicuro che molte persone la penseranno allo stesso modo. Il display, inoltre, gli è risultato particolarmente facile da leggere e non stanca la vista. Le lettere appaiono ben definite anche perché alla sommità del dispositivo non c’è la barra dei menu.

Molti e-reader contengono degli extra che sono in grado di sedurre meglio i futuri acquirenti. Si tratta di elementi aggiuntivi che, in realtà, secondo l’opinione personale di Grothaus, non fanno altro che distogliere il lettore da ciò che è realmente importante: la lettura. Il Txtr Beagle non presenta questa distrazioni e fa regnare il mantra della sola lettura. Una cosa un po’ difficile, soprattutto per chi non può fare a meno di essere sempre connesso alla rete. Ad ogni modo, gli utenti possono sempre cercare altrove questi  contenuti.

Lo store cui si collega l’applicazione da scaricare per il Beagle presenta già 700.000 titoli ed è in continua espansione. Gli ebook sono disponibili in nove lingue e il Txtr store sarà disponibile in dieci paesi (tra cui anche l’Italia). I prezzi sono paragonabili a quelli di Amazon.

Da prendere in considerazione il fatto che il Beagle non verrà venduto singolarmente. Si potrà acquistare soltanto se si sottoscriverà un contratto con un operatore telefonico con dei vantaggi specifici. Ad esempio, molti titoli specifici saranno gratis.

Dalla sua parte il Beagle ha, sicuramente, il prezzo vantaggioso, è utile a chi legge molto grazie al display nitido e potrà dare un grande impulso agli editori. Questi ultimi, saranno consapevoli che un dispositivo non occulterà il loro lavoro ma lo valorizzerà.

 

Fonte: Guardian Uk

© Riproduzione riservata.