Finanziamenti agli istituti superiori che utilizzeranno gli e-book

La Regione Lombardia ha annunciato che a partire dal prossimo anno scolastico potrebbero venire erogati fondi a quegli istituti scolastici che decideranno di abbandonare i libri scolastici nel formato classico cartaceo a favore degli e-book, i libri in formato digitale.

Insieme al Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, la Regione Lombardia ha infatti stipulato un accordo basato sulla concessione di250 euro per ogni alunno frequentante gli istituti digitalizzati. Attualmente, questo incentivo sembrerebbe però essere proposto e riservato unicamente agli alunni delle classi prime e terze degli istituti superiori. La proposta è stata presentata dalla Regione negli scorsi giorni, e gli istituti interessati a questi incentivi dovranno aderire entro e non oltre il 31 Maggio di questo anno.

Se da una parte questa proposta è sicuramente interessante e rivoluzionaria, rimangono molti dubbi rispetto alla sua messa in atto. In primo luogo, infatti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha previsto come tetto massimo per ogni classe la cifra di 8.500 euro, inoltre le scuole e gli istituti dovranno dotarsi di connessioni wi-fi e di connessioni a banda larga. Inoltre, non è da dimenticare che bisognerà anche formare gli insegnanti ed i professori in modo che sappiano utilizzare al meglio questo nuovo strumento digitale.


Un altro elemento da tenere in considerazione è quello relativo agli e-book reader, ovvero quegli strumenti necessari per poter leggere un libro in formato digitale. Come è stato già sottolineato in un altro post, gli e-book reader possono essere piuttosto fragili (relativamente alla possibilità di graffiarne lo schermo o alla loro resistenza agli urti), e questo può essere un problema nel momento in cui vengano affidati a dei ragazzi, che potrebbero utilizzarli con meno cura rispetto a quella prestata da un adulto. Un aiuto, in questo senso, potrebbe venire dall’utilizzo del Fable, il primo e-book reader pensato e realizzato specificamente per ragazzi e bambini.

Sicuramente però, l’utilizzo di testi in formato digitale darebbe un taglio al peso dello zaino dei ragazzi, in quanto nelle scuole superiori le materie e le discipline previste per ogni giornata scolastica possono essere davvero molte. La possibilità di raccogliere in un unico dispositivo, molto leggero e poco ingombrante tutti i testi richiesti dagli insegnanti sarebbe quindi un grande aiuto in questo senso. Inoltre, è bene ricordare che l’adozione di testi digitali al posto di quelli cartacei comporta, per le famiglie degli studenti, un risparmio in termini economici davvero notevole.

© Riproduzione riservata.