La crisi della Grecia raccontata in un ebook

Costa soltanto un euro il libro verità sulla crisi greca curato dal giornalista Ansa Patrizio Nissirio. Il volume, inserito nella collana ebook Fazi One Euro è un viaggio nella crisi di un paese così lontano agli occhi degli italiani eppure così vicino non soltanto per questioni geografiche. Meditare sulle difficoltà altrui potrebbe essere una lezione molto utile anche al nostro paese cui l’autore si rivolge.

Ouzo Amaro deve il suo titolo alla tipica bevanda alcolica greca: l’ouzo. L’ebook analizza da vicino una crisi che ha condotto il paese alla disperazione con chiusure, fallimenti ed innumerevoli suicidi. Un’indagine precisa come soltanto un corrispondente da Atene (Nissirio è ex corrispondente Ansa da Atene) avrebbe saputo fare. Le origini della crisi greca vengono affrontate senza troppi giri di parole, sin dal primo capitolo dal titolo “Le Olimpiadi tornano a casa” scritto sia in italiano che in greco. Quando si spensero le luci della cerimonia finale, la realtà iniziò a prendere forma cancellando il sogno: quei sedici giorni di grande sport rappresentavano anche una voragine finanziaria e sarebbero diventati una serie interminabile di occasioni mancate”

E’ proprio dalle Olimpiadi del 2004 che è iniziato il tracollo finanziario della Grecia che si è immessa in un tunnel lunghissimo che ha condotto il paese al 12 febbraio data in cui la popolazione scese in piazza della Costituzione. Ogni ceto sociale era presente senza nessuna esclusione. In quella data, i sindacati del settore pubblico e privato avevano convocato una manifestazione-assedio al Parlamento greco con l’intento di impedire che all’interno dell’assemblea si votasse l’ennesimo pacchetto di misure di austerità.

Certamente il processo che ha condotto la Grecia nella sua crisi disastrosa ha radici ben più profonde e che sono rintracciabili nel mercato finanziario internazionale. Nell’ultimo capitolo dell’ebook il giornalista cerca di tracciare delle linee sfumate del futuro che attende la Grecia a partire dalle prossime elezioni anticipate del 6 maggio 2012.

© Riproduzione riservata.