Morto il premio Pulitzer Ray Bradbury

E’ morto ieri mattina nella sua casa di Los Angeles all’età di 91 anni. Ray Bradbury, vincitore del premio Pulitzer è stato uno degli scrittori più visionari e produttivi della letteratura fantasy dei nostri tempi.

Come più volte sottolineò lui stesso, era uno scrittore di fantasy non di fantascienza perché trattava temi verosimili. Lo scrittore e sceneggiatore immaginò negli anni ’50 un tragico epilogo della letteratura nel suo libro Farenheit 451. Il titolo prese spunto dalla temperatura alla quale la carta dei libri prende fuoco. I possessori dei libri, in quel futuro non tanto lontano immaginato dall’autore (dopo il 1960), sono dei pazzi. La società è soggiogata dalle immagini e dalla televisione.

“Io non cerco di descrivere il futuro” affermò lo scrittore “cerco di prevenirlo”. L’autore amava i libri sostenendo che nessun computer può sostituirli. Ecco perché Bradbury si era da sempre rifiutato alla pubblicazione dei suoi capolavori in formato ebook. L’autore avrebbe risposto: “Se siete in grado di fare qualcosa che abbia una bella carta ed un buon odore allora potremmo parlarne”. Questo perché l’autore era un fermo sostenitore del libro come oggetto, con una sua materialità, un suo odore e dal bell’aspetto.


Bradbury era particolarmente avverso alle innovazioni soprattutto alla proliferazione di internet, soprattutto nei primi anni della sua comparsa. In un’intervista del 2000 Bradbury appariva ampiamente contrario al funzionamento della rete, sostenendo fermamente che nel giro di poco tempo sarebbe destinata a fallire. Un’invenzione voluta soltanto per aumentare i profitti delle aziende produttrici di computer. Nonostante queste parole forti, qualche anno dopo l’autore si “convertì” lanciando il suo primo website contenente una serie di video educativi. La sua opinione riguardo la rete si modificò: “non sono contrario ad internet in se per se ma all’utilizzo sbagliato di alcune persone che la considerano un giocattolo”. La rete e le nuove tecnologie non hanno potuto fare a meno di insediarsi anche nella vita dell’autore nonostante le abbia criticate tanto.

Oggi troviamo Bradbury su Kindle Store di Amazon dove, se facessimo una ricerca, troveremmo una serie di libri dell’autore formato ebook. Da ieri lo scrittore è diventato trend topic anche su Twitter negli States. Tutto il mondo editoriale e di internet lo ricorda vuole dargli l’ultimo saluto.

Rita Paola Maietta

RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.