Un nuovo accordo tra Amazon e IPG

Un nuovo accordo tra Amazon e IPG

A febbraio Amazon ha ritirato quasi 5.000 titoli da Kindle Store a causa di un contratto di negoziazione controverso con l’Indipendent Publishers Group. Entrambe le parti hanno raggiunto in questi giorni un nuovo accordo ed i titoli sono pronti a tornare in vendita nell’outlet di ebook di Amazon.

La disputa è iniziata quando IPG ha voluto rinegoziare i suoi contratti con Amazon. Il Presidente della società Mark Suchomel ha affermato che Amazon propose dei termini che avrebbero dovuto essere sostanzialmente modificati nella sezione relativa ai guadagni per gli autori dovuti alle vendite di libri sia elettronici che fisici. Fondamentalmente la major avrebbe voluto offrire meno denaro agli autori ed al gruppo per ciascun libro venduto. Secondo il Wall Street Journal i termini  furono offerti all’IPG presumibilmente non tenendo conto i competitor. Suchomel, invece, propose dei termini che erano in linea con gli altri editori presenti sul mercato. Ne è risultato che Amazon ha ritirato i libri del gruppo dal Kindle Store mentre a continuato a venderne i libri cartacei.

Non ha sorpreso che nessuna delle parti abbia rivelato i dettagli del nuovo accordo che rappresenta, semplicemente, l’ultimo sviluppo di una lunga lista di trattative difficili che gli editori hanno avuto con Amazon negli ultimi anni. Non dimentichiamo che Amazon ha una posizione dominante all’interno del mercato degli ebook. La IPG ha, inoltre, dichiarato che per il periodo che va dal 1 giugno al 31 agosto, non percepirà un compenso sulle vendite dei titoli disponibili su Kindle. Il 100% dei guadagni andranno agli autori.

© Riproduzione riservata.